Cremazione

Image 07

Nel 1963, a seguito del Concilio Vaticano II, anche la Chiesa cattolica con l'istruzione Piam et constantem della Suprema Congregazione del Sant'Uffizio ha ribadito l'invito ai vescovi di predicare l'inumazione, che è la pratica tradizionale della Chiesa. Nel contempo però ha disposto che ai propri fedeli che scegliessero di farsi cremare possano avere la sepoltura ecclesiastica, a condizione che la loro scelta non derivi della negazione dei dogmi cristiani, da appartenenze a sette, dall'odio verso la religione cattolica o verso la Chiesa.

Nell'aprile del 2002 il cardinale Jorge Medina Estévez, prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, ha annunciato la preparazione di un'apposita liturgia. Tuttavia, il Codice di Diritto Canonico sostiene nel canone 1176, che «la Chiesa raccomanda vivamente che si conservi la pia consuetudine di seppellire i corpi dei defunti; e non proibisce la cremazione, a meno che questa non sia stata scelta per ragioni contrarie alla dottrina cristiana». La Cei in data 2 marzo 2012 ha presentato la seconda edizione italiana del "Libro delle esequie" che sancisce un "Si" condizionato alla pratica di cremare i defunti: le ceneri, per la Chiesa cattolica, devono essere conservate nei cimiteri e non dispersi in mare o altrove in natura né conservate in casa o in giardino. Il testo approvato dai vescovi è obbligatorio dal 2 novembre 2012.

Invece la maggior parte delle chiese evangeliche e protestanti non solleva alcuna obiezione contro la cremazione. Le Chiese ortodosse, al contrario, la vietano in maniera assoluta, prediligendo l'inumazione.

.

Torna su

Commiato

Image 08

Per la commemorazione di tutti i fedeli defunti è consuetudine andare in processione al Cimitero e in tale occasione benedire le tombe. In questa o simili circostanze è opportuno promuovere una celebrazione con un apposito rito di benedizione.

La Commemorazione dei defunti (in latino Commemoratio Omnium Fidelium Defunctorum), è una ricorrenza della Chiesa cattolica. Anticamente preceduta da una novena, è celebrata il 2 novembre di ogni anno. Nel calendario liturgico segue di un giorno la festività di Ognissanti del 1º novembre. Il colore liturgico di questa commemorazione è il viola, il colore della penitenza, dell'attesa e del dolore, utilizzato anche nei funerali.

Torna su

Rito delle Esequie

Image 09

Come già per la cerimonia di commiato all’arrivo del funerale, anche per la consegna delle ceneri vi è la possibilità di personalizzare la cerimonia scegliendo la lettura di un brano caro al defunto o ai congiunti e la musica da diffondere .

Torna su

Commemorazione Mensile

Image 10

Commemorazione mensile dei Soci defunti è un atto di omaggio, di affetto e di riconoscenza che la ASSO.CREM. celebra per loro.

Torna su