Destinazione delle ceneri

Image 06

Riportiamo di seguito alcuni punti della legge regionale n.20 del 9 ottobre 2006

Le ceneri derivanti dalla cremazione devono essere raccolte in una urna cineraria di materiale resistente tale da poter essere chiusa con saldatura , portante all’esterno il nome, il cognome, data di nascita e di morte del defunto . Le urne da inumare e/o disperdere devono essere di materiale biodegradabile.

L’urna sigillata viene consegnata direttamente ai familiari che possono scegliere fra le sotto elencate forme di sistemazione:

▄ Tumulata.

▄ Inumata, se costituita di materiale biodegradabile.

▄ Conservata all’interno del cimitero, nei luoghi di cui all’art.80, comma3, del D.P.R. 285/90.

▄ Consegnata al soggetto affidatario:

Dispersione ceneri:

1 . La dispersione delle ceneri è consentita nei seguenti luoghi :

- in aree a ciò destinate all’interno dei cimiteri di cui all’articolo 80, comma 6 del decreto del Presidente della Repubblica n.285/90;

- in aree naturali appositamente individuate, nell’ambito delle aree di propria pertinenza, dai comuni, dalle province, dalla regione;

- in aree private.

2. La dispersione è vietata nei centri abitati come definiti dall’articolo 3, comma 1, numero 8, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285.

3. La dispersione in aree private, al di fuori dei centri abitati, deve avvenire all’aperto con il consenso del proprietario e non può dare luogo ad attività aventi fini di lucro.

torna su